Sviluppo e-commerce

Avere un ecommerce è il sogno di molti. Sia esso l’estensione di un’attività commerciale tradizionale, sia invece un negozio online che permette al proprietario di gestire la propria attività esclusivamente online. Come ben potete immaginare non è semplice far funzionare un ecommerce. Occorre una serie di accorgimenti non indifferenti, partendo ovviamente da un buono sviluppo del progetto stesso.

Occorre infatti sviluppare, gestire ma anche integrare la piattaforma in modo continuativo. In questo modo potete inserirvi in un mercato altamente competitivo e innovativo senza restare indietro.

Questo discorso vale per gli ecommerce, non solo per loro però. Tutte le attività, sia online che offline, devono tenere in considerazione le trasformazioni del mercato. In questo modo è più probabile portare la propria idea al successo.

Come si sviluppa un ecommerce che funziona?

Il sito deve risultare prima di tutto moderno e gradevole. Sia la grafica, perché l’occhio vuole la sua parte, sia la struttura che deve consentire a chi entra di fruire dei contenuti in modo semplice e immediato. Non deve risultare difficile acquistare i prodotti all’interno del sito e devono essere facili da rintracciare.

Se tutto questo è fondamentale per la buona riuscita di un progetto, manca qualcosa e deve essere studiato prima. Il target di riferimento, i competitor,le possibilità di mercato etc. Se non fate tutto questo o meglio, non delegate questo aspetto a un’agenzia di comunicazione, è scontato che difficilmente potete raggiungere i vostri obiettivi. Dovete capire invece qual è il bacino di utenza e che prodotto potete loro vendere. Il rischio di voler vendere a tutti e di non vendere quindi niente è elevato.

Per ottenere risultati dovete pianificare tutto step by step evitando però di improvvisarvi esperti. Dovete infatti lasciarvi affiancare da partner qualificati nel settore e che sono in grado di seguirvi passo dopo passo in questo percorso.

Già i primi passi non dovete lasciarli al caso. Se pianificate tutto e bene sin dall’inizio ecco che la vostra attività può avere una grande espansione considerando che vi trovate su internet, il quale potenzialmente non vi mette limiti.

Noi di KjjApp siamo specializzati proprio nella realizzazione dei business online, dalla valutazione dell’idea, l’individuazione del target e la realizzazione stessa del progetto.

Quali sono gli strumenti vincenti per un ecommerce

Per realizzare un ecommerce occorre un team di professionisti che si occupano di tutto ciò che riguarda la realizzazione del progetto e la sua promozione. Uno strumento vincente è sicuramente woocommerce che funziona sulla piattaforma open source di WordPress. Questo perché dopo la realizzazione di tutto il progetto il cliente può gestire una serie di aspetti in totale autonomia.

Non solo, woocommerce è uno strumento che, se settato come si deve, permette all’utente di acquistare dal vostro ecommerce in modo semplice e immediato, attraverso processi sicuri e rapidi.

Una soluzione ecommerce valida inoltre va ad organizzare la rete import/export, permette di gestire ordini, fatture e cataloghi semplicemente. Un ecommerce perciò deve essere bello da vedere ma anche e soprattutto efficiente.

Tutte le migliori soluzioni sul mercato per realizzare gli ecommerce

Come potete immaginare esistono tante soluzioni per realizzare gli ecommerce. Ne esistono però alcune che sono particolarmente apprezzate sia per la facilità di gestione in autonomia, sia perché sono semplici per il cliente da utilizzare. Attenzione! La semplicità di utilizzo non corrisponde alla semplicità nella vendita, cioè nel farsi conoscere. .

Una delle soluzioni più interessanti è WooCommerce, utilizzata sulla piattaforma WordPress da coloro che intendono appunto dar vita a un ecommerce. Viene installato grazie a un plugin. Con lui potete creare tutte le pagine che vi servono per far funzionare il vostro negozio. Potete aggiungere, eliminare e aggiornare i prodotti in autonomia, modificando i prezzi quando lo desiderate e mettere in atto le vostre promozioni a tempo oppure limitate solo per alcuni clienti.

Con WooCommerce potete gestire in modo semplice anche tutta la parte burocratica, cioè quella legata alla spedizione, la tassazione, la valuta di acquisto, l’invio della fattura etc.

Non è comunque l’unica soluzione, esiste anche Magento. E’ una tecnologia stabile e completa perfetta sia per i progetti B2C e B2B. La trovate sia nella versione Community e va bene per i progetti meno complessi, sia nella versione Enterprise, se siete chiaramente alla ricerca di soluzioni di livello premium

Si tratta di un CMS Open Source che vi permette di realizzare interi siti ecommerce. Oggi è uno dei CMS più utilizzati al mondo. Supporta per esempio la funzione multilingue e non richiede nemmeno una grande esperienza per usarlo. Vi permette anche di scegliere tra vari metodi di spedizione con USPS, UPS e FedEx. I metodi di pagamento supportati sono i principali.

Con Magento potete personalizzare il vostro ecommerce aggiungendo alla piattaforma base la bellezza di altre 2000 estensioni.

Esiste una terza piattaforma per la realizzazione degli ecommerce facile da utilizzare ed open source. E’ Prestashop. Probabilmente lo avete già sentito nominare. E’ ricca di funzioni integrate e possiede moduli aggiuntivi per integrare vari tipi di applicazioni. Supporta oltre 40 lingue, ha un sistema di email automatico e consente di gestire varie forme di pagamento in modo sicuro. Potete gestire con facilità anche il magazzino oltre che l’iscrizione dei clienti e i loro ordini.

Guida allo sviluppo di un ecommerce

Se desiderate solamente ottenere un sito internet, allora un programmatore fa sicuramente al caso vostro. In questo modo potete ottenere un prodotto finale che rispecchia esattamente l’idea che vi eravate fatti del vostro sito, specialmente a livello estetico e funzionale.

Se invece avete bisogno anche di rendere il sito capace di generare vendite, allora vi occorre una Web Agency che vi permette di indicizzare e posizionare il vostro ecommerce sui motori di ricerca, così che i clienti possano trovarvi.

Oggi come oggi tenete di conto che non è più sufficiente avere un sito web con all’interno una pagina per i prodotti e un carrello. O meglio, è la base necessaria per vendere, però per raggiungere i clienti e ottenere il successo che desiderate dovete andare oltre.

Come funziona un ecommerce a livello di normativa

Le piattaforme ecommerce hanno rivoluzionato un po’ il modo di diverse aziende di fare Marketing. Oggi infatti tante aziende con sede fisica e offline hanno deciso di espandersi e proporre i propri prodotti anche online così da non lasciarsi sopraffare da una concorrenza sempre più tecnologica. Oggi le persone sono abituate ad andare su internet e ad avere accesso a tutto ciò di cui hanno bisogno sulla rete, senza aspettare o dover cercare in posti improbabili.

Capite bene che un ecommerce, collegato o no a una realtà fisica, deve seguire speciali normative. Nessuna improvvisazione, le vendite online sono importanti e da tutelare esattamente come quelle offline. Esiste infatti una normativa che tutela sia il proprietario del sito sia il cliente, ma anche tutti i processi di vendita.

Quasi tutto ciò che vi deve interessare si trova all’interno del Decreto Legislativo 9 Aprile 2003, n.70 è il recepimento dell’ordinamento italiano della Direttiva 2000/31/CE. All’interno trovate una serie di indicazioni e disposizioni necessarie per tutelare il venditore e il consumatore.

Al di là dei termini di legge che spesso sono di difficile comprensione, abbiamo deciso di riportarvi qui sotto tutti i concetti chiave che vi possono aiutare a comprendere sin da subito le normative di un ecommerce, le quali comunque dovete sempre approfondire con un commercialista specializzato nella vendita online.

• Identità: il venditore, cioè voi che avete creato un ecommerce e attraverso di questo vendete beni materiali o virtuali, dovete sempre dichiarare la vostra identità, inserendo le vostre generalità. Cioè nome o denominazione, codice fiscale e partita IVA, sede fisica, iscrizione al Registro delle Imprese e recapiti. Il registro delle imprese è sia informatico che pubblico e permette di avere le informazioni giuridiche ed economiche delle imprese italiane che operano a livello nazionale. Non solo, occorre anche dichiarare se l’attività svolta è soggetta all’autorizzazione o la concessione. Dovete infine dare gli estremi dell’autorità di vigilanza competente. Se siete professionisti regolamentati dovete anche indicare l’ordine professionale presso cui siete iscritti e il vostro numero di iscrizione. Non dovete omettere poi il vostro titolo professionale e i vari codici di condotta vigente se presenti.

• Prodotto: dovete descrivere nel modo più accurato possibile il vostro prodotto/servizio, esponendo tutte quante le caratteristiche principali. Il servizio che offrite è soggetto all’autorizzazione oppure viene fornito con contratto di licenza d’uso, come accade per i contenuti digitali, dovete effettuare l’indicazione analitica delle attività che sono consentite al consumatore ma anche al destinatario del servizio stesso.

• Prezzo: occorre sempre specificare in modo chiaro il prezzo del servizio o del prodotto e deve essere messo in tutte quanti le sue componenti per poi essere mostrato come complessivo. Le componenti sono le spese di spedizione e di consegna, le imposte e le tasse postali. Occorre indicare anche qual è la modalità di calcolo e l’addebito finale al consumatore.

• Pagamento e tempi di consegna: dovete dichiarare quali sono le modalità di pagamento che accettate. Se non lo fate il vostro ecommerce non è a norma di legge. Dovete anche indicare le indicazioni sulle ipotetiche restrizioni previste per legge. Aggiungendo anche quali sono i tempi di consegna e i mezzi di pagamento che accettate. Il pagamento è la conclusione di un contratto di vendita e la comunicazione deve avvenire per mezzo email così da effettuare un riepilogo di ciò che è stato venduto.

• Comunicazione commerciale: se volete inviare comunicazioni commerciali, cosa normale considerando appunto che state vendendo prodotti fisici o virtuali, dovete mettere il vostro sito a norma di legge e quando inviate messaggi pubblicitari dovete far si che sin dal primo invio vi sia contenuto all’interno una informativa specifica che evidenzia come all’interno dell’email possono esserci comunicazioni commerciali, ma anche informazioni su sconti, omaggi, concorsi, premi etc. Dovete indicare anche tutte le condizioni d’accesso.

• Diritto di recesso: il diritto di recesso è tutelato dall’articolo 53 del Codice. Il consumatore infatti ha tempo 14 giorni per poter recedere il contratto.

Se vuoi ulteriori informazioni per E-commerce contattaci: